Estrazioni denti e protesi dentali fisse

Estrazioni denti e contemporaneo inserimento delle protesi dentali fisse.

Da oggi è possibile, in una sola seduta, farsi togliere gli ultimi denti rimasti (danneggiati o comunque da non recuperare) ed uscire dallo studio dentistico con un impianto dentale fisso nell’arco di un giorno.

La moderna implantologia Dentale prevede l’inserimento della vite della protesi fissa nella stessa seduta in cui viene estratto il dente. È una tecnica non solo raccomandata ma assolutamente auspicabile. Fino a qualche anno fa, a seguito di un’estrazione dentale, si aspettava sino a che la zona non era ben guarita per procedere con il nuovo impianto…a volte anche mesi. Ora invece, quando è possibile (nel 90% dei casi), è bene sfruttare l’alveo che conteneva il vecchio dente ed inserire subito l’impianto a carico immediato e questo trova la sua motivazione nel fatto che si evita l’assottigliamento dell’osso e si sfrutta un osso ancora nella sua migliore condizione.

Dopo infatti solo qualche mese l’osso comincia a ritrarsi e il suo spessore si riduce, rendendo spesso vano l’inserimento dell’impianto fisso. Tutto questo porterebbe il paziente a doversi accontentare della classica dentiera mobile, con tutti i disagi che ne comporta e per tutta la vita…

Ecco perché nello studio dentistico del Dottor Cannizzo, ormai da anni, quotidianamente si adotta l’implantologia post estrattiva immediata (o altrimenti detta a carico immediato).

Si tratta di avere una duplice soddisfazione, sia da parte del chirurgo implantologo che può finalmente accontentare le richieste dei suoi pazienti ed avere degli ottimi risultati in poche sedute, sia da parte del paziente che può accantonare l’incubo della protesi mobile ma soprattutto il dramma di dover rimanere a lungo senza denti, in attesa che la bocca guarisca per poter riavere i suoi denti.

E tutto questo sarà assolutamente indolore, velocissimo, con una sola anestesia e con una sola seduta  riavrete uno splendido sorriso ed una dentatura assolutamente perfetta che vi permetterà, da subito, di tornare a masticare in modo corretto.

L’implantologia dentale ha fatto progressi importanti al punto che oggi è possibile avere di nuovo denti fissi anche su un’intera arcata entro un solo giorno.
La tecnica del carico immediato ha infatti velocizzato in modo sorprendente i tempi di cura, in particolare per quei pazienti che hanno denti non recuperabili che quindi vanno estratti per lasciare un più ampio spazio operativo al dentista.
Spesso, infatti, i denti rimanenti in pazienti quasi completamente edentuli non sono più trattabili o comunque sono cosi pochi e mal fermi che l’unica scelta,la più opportuna, è quella di estrarli.
I vantaggi che derivano dalle più moderne tecniche di implantologia a carico immediato sono quelle che permettono di inserire gli impianti anche negli alveoli lasciati proprio dai denti appena estratti.
Una differenza importante e sostanziale con quanto avveniva in passato, quando per avere impianti fissi e poter procedere con l’inserimento dei perni nell’osso mandibolare o mascellare si attendevano anche dei mesi.
Il problema consisteva nel dover attendere che il tessuto fosse completamente rimarginato, sia per questioni pratiche che di igiene.
Oggi, invece, l’approccio implantologico è completamente cambiato, complici sia l’uso dei materiali che la moderna tecnica del carico immediato, il quale permette di eseguire un tale intervento in modo del tutto sicuro, tutelando il paziente da qualsiasi rischio d’infezione.

Estrazione del denti e preservazione dell’osso

Inserire un impianto nel foro lasciato dal dente appena estratto è diventata una procedura consigliata e opportuna, per una questione di prevenzione rispetto al naturale ritrarsi dell’osso, in quanto manca del sostegno che deriva proprio dalla radice e dal dente stesso in sede.
Lasciare quindi che il tessuto si possa rimarginare vuol dire attendere mesi nei quali la parte ossea si assottiglierà a fronte di un processo fisiologico.
Lo spessore osseo, invece, è quello indispensabile per avere un sostegno ideale per gli impianti dentali, che in tal modo trovano stabilità e quindi garantiscono la durata nel tempo.
Nei casi in cui i mascellari e quindi le relative arcate abbiano subito un assottigliamento dovuto alla mancanza degli elementi dentari persi da lungo tempo, a volte si determina l’impossibilità di accedere alle protesi fisse con l’implantologia dentale a carico immediato.
Il motivo è che non si ha uno spessore e una superficie che permetta d’inglobare gli impianti, sia nella fase primaria dell’inserimento che in quella successiva dell’osteointegrazione. Il paziente quindi ha 2 alternative, una delle quali è quella di sottoporsi a un innesto osseo o alla ricostruzione. Il materiale osseo viene prelevato in modo autologo, quindi dallo stesso paziente di solito nella zona iliaca o in quella cranica, oppure il dentista si può servire dei quello ottenuto in laboratorio. Anche in questo caso il carico immediato potrebbe essere contestuale, mentre in altri più complicati richiederebbe di attendere qualche tempo per la cementazione.
La seconda alternativa invece è quella di dover rinunciare all’implantologia dentale e continuare a usare la protesi mobile.

L’estrazione dentale e gli impianti fissi

L’estrazione contestuale in vista di un intervento di implantologia dentale a carico immediato diventa necessaria oltre che opportuna per lo stesso paziente.
Presso lo studio dentistico Cannizzo questa procedura è ormai consueta e il paziente non sente alcun dolore, ne durante l’estrazione ne tanto meno nella fase di inserimento dei perni in titanio.
Proprio il titanio è il materiale che permette di non incorrere nel rischio di infezioni, in quanto è definito in modo concorde dagli implantologi, altamente biocompatibile. Significa che l’organismo non manifesta alcun sintomo di rigetto rispetto a questo materiale, che è il migliore in assoluto per il completamento del processo di osteointegrazione. L’osso al quale si ancora in modo stabile il perno con filettatura a vite, lo racchiude e quindi lo cementa in modo del tutto simile a quello naturale.

La soddisfazione per il paziente e per l’implantologo

Il Dottor Cannizzo ha fatto dell’implantologia dentale a carico immediato una delle eccellenze del suo studio, sia nella sede di Milano che in quella storica di Torino.
La soddisfazione per un implantologo che riesce a snellire in modo cosi veloce la procedura per l’inserimento degli impianti, può definirsi elevata, in quanto va incontro a tutte quelle richieste che arrivano dagli stessi pazienti riguardo alla mininvasività delle procedure durante gli interventi.
Il paziente non viene sottoposto a estenuanti sedute di implantologia, non deve subire un’anestesia prolungata e non sente alcun dolore. Inoltre, c’è anche l’aspetto estetico, perché il paziente non dovrà rimanere senza denti e soprattutto potrà uscire dallo studio con la sua protesi fissa provvisoria senza alcun problema, potendola utilizzare fin da subito. Non dovrà più portare la protesi mobile, preoccuparsi della continua igiene, delle paste dentali necessarie alla stabilità e della scomodità di un corpo fondamentalmente estraneo nel cavo orale e sarà libero di sorridere, mangiare, parlare in qualsiasi occasione.

La protesi fissa, infatti, si comporta esattamente come quella naturale, richiedendo le stesse procedure di igiene dentale domiciliare e anche dal dentista.
L’estrazione dei denti e l’immediatezza dell’inserimento degli impianti non è più un problema con l’implantologia dentale a carico immediato presso lo studio Cannizzo.

implantologia low cost, no grazie

Click edit button to change this text.