Curare la piorrea

La parodontologia è la branca dell’odontoiatria che si occupa di studiare i tessuti del parodonto, ovvero ciò che si trova intorno al dente, e tutte le disfunzioni ad esso correlate.

La parodontologia si occupa perciò dei tessuti molli (il legamento periodontale e la gengiva) e di quelli duri (cemento e tessuto osseo alveolare) che stanno intorno al dente e che, in caso di buone condizioni, ne assicurano la stabilità nell’arcata alveolare.

Tale branca si occupa inoltre delle malattie che intaccano il parodonto e che vengono chiamate più comunemente malattie parodontali, parodontopatie o piorrea.

Il parodonto ha la funzione di mantenere i denti ben aderenti al tessuto osseo dei mascellari e di attutire le sollecitazioni dovute alla masticazione. In presenza di batteri, la cosiddetta placca, le gengive si infiammano e se questo fenomeno viene trascurato in taluni soggetti predisposti può portare addirittura alla ritrazione gengivale e ad ascessi.

Spesso anche se esternamente il dente è esente da carie non è possibile recuperarlo in alcun modo e, in questo caso, parliamo di parodontopatia espulsiva.

Parodontite o piorrea?

Possiamo trovare la parodontite indicata anche con il termine di piorrea, sebbene non venga più utilizzato correntemente nell’ odontoiatria moderna.

In termini più tecnici entrambi i vocaboli indicano una malattia ad eziologia batterica ed a patogenesi infiammatoria. Tale patologia è provocata da batteri e causa una profonda infiammazione che porta al sanguinamento delle gengive prima solo se stimolate poi anche spontaneamente.

È una malattia molto comune che colpisce in genere dopo i trent’ anni e si stima che almeno dieci milioni di italiani ne soffrano. Con il passare degli anni infatti si perde la gengiva intorno all’osso alveolare sia a causa del naturale allontanamento gengivale sia per l’allungamento fisiologico dei denti e questa patologia amplifica tale fenomeno.

Come prevenire la parodontite e come curarla

Fra i fattori che determinano l’insorgenza della parodontite vi sono indubbiamente una scarsa igiene orale, ma anche fumo, diabete e stress. Per prevenirla è molto importante fare visite periodiche e curare la propria igiene dentale sia quotidianamente a casa sia con sedute di pulizia dentale professionale a cadenza semestrale o al più annuale.

Quando invece la patologia è ormai insorta è bene rivolgersi ad uno specialista per intervenire in modo tempestivo ed efficace così da curarla al meglio.

Per quanto riguarda la cura della piorrea e delle malattie inerenti alle gengive la clinica Cannizzo è un centro d’eccellenza in grado di indicare la soluzione più indicata per ogni specifica esigenza al fine di un ritorno ad una quotidianità serena, all’insegna del sorriso.